Moneta Scritturale

ESORDIO MONETA SCRITTURALE NELLE AULE: ALTRE OPINIONI

Osservazioni di Marco Saba e Marco Della Luna

Il corso legale della moneta scritturale bancaria è sancito dal limite dei 3mila euro per i pagamenti con “moneta a corso legale” previsti dall’ordinamento. Quindi, la moneta scritturale privata (bancaria o no) ha corso super-legale.

Se la moneta scritturale non è moneta, la banca non può registrarne il deflusso – come invece fa – dal conto dei flussi di cassa quando la accredita al conto del cliente, senza prima anche registrarne l’afflusso quando la crea.

“il pagamento di debiti pecuniari continua a doversi effettuare ”ex art. 1277 cod. civ., in moneta avente corso legale, salvo diversa volontà delle parti” – appunto. CVD. Non si puà tenere conto solo del volere di UNA parte e negare quello dell’altra. Oppure attribuire valore monetario solo alla moneta scritturale emessa da una parte e non dall’altra (patto leonino) (edited)

“L’unica forma di moneta legale ammessa nel nostro ordinamento rimane dunque quella emessa dalla banca centrale” – quindi tutti i contratti di mutuo sottoscritti ed attivati con surrogato bancario sarebbero nulli. Vedasi: IL NON-MUTUO BANCARIO – Avv. Silvio Orlandi, 2018

“giuridica disponibilità che non può di certo derivare da una arbitraria e fantasiosa autoproduzione» – e allora le banche vanno chiuse oggi stesso. Non si possono obbligare i cittadini a riciclare moneta creata da banche con false scritture contabili. Quantità di moneta creata dalle banche commerciali (ma non contabilizzata come afflusso di cassa) dal 1980 al 2016 (Fonte: Banca d’Italia): https://view.publitas.com/p222-14223/risposta-banca-ditalia-a-on-villarosa-e-mail/page/1

La Giustizia aspetta i suoi fedeli nell’aldilà (MDL)

Lascia un commento

Cerca