Il Sistema fiscale tra etica sociale e cultura della legalità.

Il Sistema fiscale tra etica sociale e cultura della legalità.

Il Sistema impositivo fiscale: strumento di equità o strumento di potere?

Il Total Tax Rate sopra il limite dell’intollerabile ci dice che il sistema impresa è soffocato e così il vivere civile.

La questione fiscale è una delle questioni più ardue e complesse da affrontare, è un tema che rimanda alla stessa concezione della società, dello stato e della democrazia. E’ un tema che ha valenza etica, ma che contiene elementi determinati per lo sviluppo economico di un Paese sia nel breve sia nel lungo periodo e per il benessere dell’intera collettività. Corruzione, frode e violazione delle regole sono alla radice dei fallimenti del mercato e delle più gravi discriminazioni sociali, queste stanno generando nei cittadini la crescente richiesta di restituire centralità e prestigio alla dimensione della norma, della “legge”. La questione fiscale è questione ancor più delicata, se, come risulta dall’ultimo rapporto del Censis, sulla situazione sociale del Paese, le vengono riconosciute forti responsabilità di incidere sulle modalità ed i tempi di uscita dalla crisi economica.

Infatti, dal rapporto emerge che per gli Italiani rilevano quali elementi responsabili – la troppa evasione fiscale, e le tasse troppo alte al limite dell’insostenibilità. Al sistema impositivo fiscale viene quindi riconosciuta una valenza determinante ai fini dello sviluppo armonico ed equilibrato del sistema Paese. La corresponsabilità del bene comune comporta l’esigenza morale del versamento delle imposte e l’obbligazione tributaria trova quindi fondamento etico proprio nel rispetto della giustizia distributiva, amministrata dall’autorità a favore dei cittadini, senza sprechi e spese eccessive, e di quella legale, che riguarda la condotta dei singoli privati, rispetto al bene comune.

Il principio dell’imposizione fiscale deve necessariamente trovare equilibrio con quello della giusta imposizione, che secondo la teologia morale deve possedere i seguenti requisiti:.

– La proporzionalità e l’equità;

– La non eccessività della pretesa impositiva;

–  Il rispetto del principio di sussidiarietà impone una gestione della cosa pubblica, senza moltiplicare l’apparato burocratico e senza convertire lo Stato in Stato assistenziale;

– La trasparenza amministrativa ed il diritto di contestare le tasse ingiuste:

Il pensiero di Einaudi chiuderà la 

 

Lascia un commento

Cerca