Ok 750×375

NUOVO PRESIDENTE ASSIMPRESA VENETO

ASSIMPRESA

IL VENEZIANO CESARE BUSETTO

NUOVO PRESIDENTE DEL COMITATO

DI INDIRIZZO E COORDINAMENTO

DELLE SEDI TERRITORIALI DEL VENETO

PRONTO UN NUOVO PIANO

PER TUTELARE GLI IMPRENDITORI DELLA REGIONE

Venezia, 1 agosto 2016 – Assimpresa nomina il veneziano Cesare Busetto quale nuovopresidente del Comitato di indirizzo e coordinamento delle sedi territoriali del Veneto.

Antonio Fortuna, presidente nazionale di Assimpresa e neoeletto segretario generale di Confassimpresa: “Il Comitato per il Veneto è un organo inteso a indirizzare le sedi verso un modello associativo attento e aderente alle emergenti esigenze delle imprese. Le aziende del Veneto – rileva Fortuna – dimostrano di essere, come sempre hanno dimostrato anche nei periodi più difficili, un determinante valore aggiunto per l’economia nazionale, contribuendo in modo significativo allo sviluppo del Paese. Rivolgiamo pertanto al neopresidente Cesare Busetto e ai Vice Presidenti le nostre più vive congratulazioni e gli auspici di buon lavoro”.

La scelta di Assimpresa – associazione imprenditoriale e datoriale che per sua vocazione mette le imprese medio/piccole al centro della propria attività – va letta come una forte azione di sviluppo e coordinamento sul territorio Veneto di quella che si sta proponendo su tutto il territorio nazionale come una vera associazione tra e per gli imprenditori.

Cesare Busetto, 44 anni, consulente aziendale e amministratore in diverse società legate alla comunicazione, al marketing e agli eventi fieristici nonché tra i soci fondatori di Assimpresa “San Marco” sul territorio Veneto, accettando la nomina afferma: “Assimpresa ha delle enormi potenzialità di sviluppo, soprattutto qui in Veneto, vista la conformazione imprenditoriale che vede nel tessuto delle PMI la sua forza produttiva principale.  I servizi innovativi proposti da Assimpresa ai propri associati aprono scenari nuovi nella tutela di questi imprenditori, dove altri sistemi associativi dimostrano tutta la loro fragilità e inconsistenza nel tutelare gli interessi dei soci. Abbiamo studiato un modello sperimentale per il Veneto per quanto riguarda la nostra organizzazione territoriale interna e sono onorato che il Presidente nazionale, dott. Antonio Fortuna, assieme al Segretario dott. Romanini abbiano visto nella mia persona la figura adatta per questa nuova fase di sviluppo”.

Lascia un commento

Cerca