GUIDARE A OCCHI CHIUSI NELLA NOTTE …

Guidare ad occhi chiusi nella notte …

Noi associazione ci scontriamo spesso con atteggiamenti ostativi e preconcetti con molti colleghi dell’ordine. Si fatica a far comprendere che nell’impresa oltre la fiscalità c’è ben altro e molto altro.

La digitalizzazione dei processi procede spedita. Chi ancora non avesse compreso la portata dell’introduzione della fattura elettronica, ecco una delle pietre miliari della semplificazione che attende imprese e professionisti. Fra i più lungimiranti è sempre più presente la consapevolezza che “qualcuno si sta scavando la fossa”. Il decreto Semplificazioni 2019 introduce la definizione normativa delle tecnologie basate su registri distribuiti (blockchain) e degli smart contract. Il decreto prevede, inoltre, che la memorizzazione di un documento informatico attraverso l’uso di tecnologie basate su registri distribuiti produca gli effetti giuridici della validazione temporale elettronica.

L’identificazione di un preciso inquadramento giuridico, unitamente alle disposizioni europee in materia di antiriciclaggio e alle relazioni pubblicate da Banca d’Italia, favorisce la generale accettazione delle criptoattività e lo sviluppo di nuove attività d’impresa.

Molte  sono le opportunità che ne scaturiscono. Utility token e security token cambiano il mondo della “moneta” e degli attori che fino ad oggi hanno comandato compresi quelli della finanza.

L’attività di elaborazione dati, liquidazione imposte e quanto altro attiene alla “classica” attività del commercialista dall’entrata in vigore della L. 633/72, accelera la previsione del ridimensionamento della rilevanza in termini di fatturato. Per certi aspetti tutta l’attività attinente alle contabilità si avvia a divenire di “controllo ed integrazione” dati. A questo punto le dichiarazioni, IVA e Redditi, verranno elaborate direttamente dall’AdE e addebitati gli importi a debito direttamente sui conti dei clienti.

Prossimamente le Partite IVA riceveranno dall’Agenzia delle Entrate la dichiarazione IVA, i registri e la liquidazione dell’imposta sul valore aggiunto con il relativo modello F24, anch’esso precompilato dal Fisco e riportante la somma da versare. Il pagamento potrà essere effettuato anche online. Questo è uno dei risultati resi possibili dall’entrata in vigore dell’obbligo generalizzato (B2B e B2C) di fattura elettronica. Ad annunciare la novità è stato Antonino Maggiore, direttore delle Entrate, in occasione di un’audizione in VI Commissione Finanze e Tesoro del Senato sull’indagine conoscitiva sul processo di semplificazione del sistema tributario e del rapporto tra contribuenti e Fisco.

Qualche associato riporta la celebre frase di J.P. Morgan.

              “Io il mio avvocato lo pago perché mi dica come devo fare quel che voglio fare”

Non sei stufo di sentirti dire “non si può?

Vogliamo arrivare a

modelli per rispondere alla trasformazione digitale,

modelli per la crescita,

modelli per le nuove professionalità,

modelli per quel che manca: leader che sappiano realizzare le giuste strategie,

disponibilità di risorse e capitali per la crescita

ASSIMPRESA C’E’

anche per indicarti dove trovare le soluzioni e le risorse.

Lascia un commento

Cerca